INARSIND PARTECIPA AL SEMINARIO NAZIONALE PER L’APPROFONDIMENTO DEGLI ASPETTI TECNICI RELATIVI AL DEPOSITO NAZIONALE DEI RIFIUTI RADIOATTIVI E AL PARCO TECNOLOGICO (EX DLGS 31/2010).

La SO.G.I.N. S.p.A.  è la società pubblica responsabile del “decommissioning” degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi, compresi quelli prodotti dalle attività industriali, di ricerca e di medicina nucleare. Queste attività sono svolte per garantire quotidianamente la sicurezza dei cittadini, salvaguardare l’ambiente e tutelare le generazioni future. Interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, la Sogin opera in base agli indirizzi strategici del Governo italiano. In ottemperanza delle disposizioni di cui all’art. 27 (Autorizzazione unica per la costruzione e l’esercizio del Parco Tecnologico) comma 4 del DLGS 31/2010 e ss.mm.ii, che richiedono l’attuazione, entro 240 giorni dalla pubblicazione della proposta di Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI), la SO.G.I.N. promuove un Seminario Nazionale per l’approfondimento degli aspetti tecnici relativi al Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi e al Parco Tecnologico (ex DLGS 31/2010). Il Seminario Nazionale è in realtà l’ultimo passo previsto di una Consultazione Pubblica, resa pubblica da SO.G.I.N. S.p.A. il 05.01.21, sull’avvio della procedura per la localizzazione, costruzione ed esercizio dei suddetti Deposito nazionale e associato Parco Tecnologico. L’iniziativa di una Consultazione Pubblica su una cruciale tecnostruttura di grande interesse socio-economico e tecnico-scientifico, rappresenta il primo esempio di coinvolgimento dell’intera nazione per pervenire ad una decisione matura ed equilibrata in materia di pubblica realizzazione, che avrà riflessi importanti sulla credibilità interna e internazionale. Questa iniziativa è stata recepita da inArSind, come un’occasione per intervenire nel pubblico dibattito in qualità di Associazione sensibile sia agli aspetti tecnici e scientifici di tipo innovativo che agli aspetti sociali e geopolitici di rilevante interesse nazionale. Sulla base di queste motivazioni e sulla circostanza che in InArSind sono presenti adeguate professionalità tecnico-scientifiche di lunga esperienza ad alto livello in queste materie, è stato prodotto un documento quale contributo alla Consultazione Pubblica. Il documento è stato recepito da SO.G.I.N. ed inserito nel sito depositonazionale.it, sezione “Consultazione Pubblica DNPT, sottosezione “Osservazioni e proposte tecniche trasmesse”, Lista INARSIND, protocollo 14508 del 19.03.2021. In seguito la SO.G.I.N ha invitato InArSind a presentare i contenuti delle osservazioni e proposte tecniche elaborate nel suddetto Seminario Nazionale che avrà un inizio il 7 settembre 2021 con una seduta plenaria di apertura e terminerà il 24 novembre 2021 con una seduta plenaria di chiusura. Le sessioni intermedie saranno articolate come segue in diretta “streaming” sui canali web della SO.G.I.N.:

  • 14 settembre, sessione nazionale;
  • 15/16, sessione regione Sicilia;
  • 28/29 settembre, sessione regione Sardegna; in diretta streaming
  • 26/27 ottobre, sessione regioni Basilicata e Puglia;
  • 9/10/11 novembre, sessione regione Lazio;
  • 15/16/17 novembre, sessione regione Piemonte.

Le sessioni consentiranno di approfondire e verificare gli aspetti tecnici relativi al Deposito Nazionale e Parco Tecnologico, con particolare riferimento alla piena e puntuale rispondenza delle aree individuate ai requisiti dell’IAEA-International Atomic Energy Agency e dell’ISIN-Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (Guida Tecnica n. 29) e agli aspetti connessi alla sicurezza dei lavoratori, della popolazione e dell’ambiente, e l’illustrazione dei possibili benefici economici e di sviluppo territoriale connessi alla realizzazione di tali opere ed alle misure compensative (di cui all’art. 30 del DLGS 31/2010 e ss.mm.ii.)

In allegato il documento presentato da INARSIND alla Consultazione Pubblica resa pubblica da SO.G.I.N. S.p.A.

PROMEMORIA PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

Author

formazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *