GAETANO STELLA (CONFPROFESSIONI) ELETTO PRESIDENTE DEL CEPLIS – CONSIGLIO EUROPEO DELLE LIBERE PROFESSIONI

Il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, è stato eletto per acclamazione presidente del Consiglio europeo delle professioni liberali (Ceplis). Lo ha stabilito l’Assemblea generale del Ceplis che si è riunita il 31 maggio scorso a Porto in Spagna e che ha provveduto al rinnovo delle cariche per il triennio 2019-2022 del comitato esecutivo delle 30 associazioni interprofessionali e monoprofessionali europee.

Insieme al presidente Stella è stata nominata prima vicepresidente l’avvocata spagnola Victoria Ortega Benito, in rappresentanza dell’Union Profesional; mentre gli altri tre vicepresidenti e il tesoriere verranno eletti dal prossimo comitato esecutivo. Il nuovo executive board del Ceplis si completa con la nomina del maltese Benjamin Rizzo, Mfpa (Malta Federation of Professional Associations); Bernard Jacquemin, in tandem con Eric Thiry, Unplib (Union Nationale des Professions Libérales et Intellectuelles de Belgique, Belgio); François Blanchecotte, Unapl (Union Nationale des Association de Professions Libérales, Francia); Jerry Carroll, Iipa (Irish Interprofessional Association, Irlanda).

I rappresentanti delle associazioni monoprofessionali sono: Jean-Yves Pirlot, Clge (Comité de Liaison des Géomètres Européens); Jean-Philippe Brochet, in tandem con Simone Zerah, Euplmg (European Union of Pharmacists Specialist on Laboratory Medicine and Human Genetics); Michael Van Gompen, Ecco (European Confederation of Conservators-Restorers’ Organisations) e Mario Gazic, Enc (European Nursing Council).

«Il nuovo executive board del Ceplis inizia il suo mandato in concomitanza con il nuovo Parlamento europeo» ha affermato il presidente Stella nel suo speech di insediamento alla presidenza del Ceplis. «Nei prossimi tre anni, lavoreremo tutti assieme per rafforzare il Ceplis, le nostre professioni e i valori in cui crediamo. Abbiamo di fronte a noi sfide importanti: la digitalizzazione, il dialogo sociale, l’imprenditorialità professionale, il welfare, la mobilità transfrontaliera… Temi che già vedono impegnate le nostre organizzazioni a livello nazionale e che trovano nel Ceplis un collegamento diretto tra le associazioni interprofessionali nazionali e le rappresentanze europee di ogni professione, ma soprattutto una voce comune ancora più rilevante e più riconosciuta nel dialogo con le Istituzioni europee».

 

http://www.ceplis.org

 

 

 

Author

inarsind

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − tredici =

Creazione Siti WebSiti Web Roma